27 Mar 2015

La Bassa Romagna sarà presente al raduno annuale di Spaghetti Open Data

SOD15

 

 

Dal 27 al 29 marzo si terrà a Bologna il raduno annuale di Spaghetti Open Data  (qui il programma: http://www.spaghettiopendata.org/blog/andrea-nelson-mauro/ecco-il-programma-di-sod15#.VQaWS_mG_9s ), una comunità che raccoglie sviluppatori, funzionari pubblici, data journalists, semplici curiosi di tutta Italia interessati al rilascio di dati pubblici in formato aperto, in modo da renderne facile l'accesso e il riuso (open data).

 

Il gruppo, così come l'interesse e la cultura open data, sono molto cresciuti negli anni, alimentati da un sempre crescente esigenza di accesso alle informazioni, ai dati e di trasparenza delle prassi amministrative. Sono aumentate le occasioni di confronto e le attività sperimentali nel campo degli open data da parte degli Enti locali, tanto che anche l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha presentato lo scorso gennaio il proprio portale open data.

 

Ma il nostro portale è ancora tutto da riempire con nuove idee e nuovi set di dati. E' il punto di partenza di un progetto che ci impegnerà nella individuazione di prassi, contenuti, regole condivise per cui il confronto con la comunità è fondamentale. 

 

L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna è stata invitata a raccontare il proprio percorso di rilascio degli open data al raduno SOD15, perciò venerdì 27 marzo i referenti del progetto saranno a Bologna nelle sale della Regione Emilia-Romagna - Terza Torre, viale della Fiera 8.

In particolare questi gli appuntamenti che interessano da vicino gli enti locali del territorio:

 

  • 27 marzo ore 14.30 - Verso una misura di incentivo al rilascio di Open Data nei comuni: La politica di coesione ha tra i suoi obiettivi il rilascio di dati amministrativi in formati riusabili.
    Un gruppo di studio fra amministratori centrali ed esperti ha ragionato su quali caratteristiche questa misura dovrebbe avere. Vi diciamo che cosa è venuto fuori; presenta Tito Bianchi.
     
  • 27 marzo dalle 14.30 alle 18 - Alla ricerca dell'interoperabilità dei documenti : esperienze di adozione di standard aperti e software libero nella PA  - la giornata internazionale per celebrare e far conoscere gli standard aperti - la Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con Spaghetti Open Data, organizza un incontro per confrontare esperienze di adozione di standard aperti e software libero nella pubblica amministrazione.
    Per iscriversi: https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/IscrizioneConvegni/Iscrizione.aspx?6z%2bN8MruZcTzvFgsXczDpg%3d%3d&Lang=IT 
  • 27 marzo ore 16.30 - Presentazione di un progetto della Città Metropolitana di Bologna  che ha portato alla pubblicazione in Open Data di dataset territoriali.
     
  • 27 marzo ore 18.30 - Portale Open Data Bassa Romagna nasce dal desiderio di trarre un'opportunità di innovazione e sviluppo dalla moltitudine di obblighi normativi in materia di trasparenza che hanno sommerso le Pubbliche Amministrazioni negli ultimi anni. Sono stati rilasciati lo scorso gennaio i primi dataset dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

 

Inoltre il giorno dopo, sabato 28 marzo, presso WorkingCapital - via Oberdan 22, Bologna:

  • Ma quanto costano gli Open Data agli Enti locali? Sportello di autoriflessione assistita sui costi del processo di rilascio: è stato preparato un questionario rivolto agli enti che hanno già pubblicato dati, per stimare quanto questo processo costa in funzione di qualità e ampiezza dei risultati raggiunti.